Eliminazione peli superflui volto

 

EPILAZIONE  DEFINITIVA

peli_superflui_big.jpglumenis.jpg

Il trattamento con IPL (luce pulsata) per l’epilazione dei peli del volto (baffetti,peli sovra- e sotto-mentonieri, basette pronunciate, sopracciglia folte) è efficace purché colpisca il bulbo pilifero nella fase di crescita del pelo, la fase Anagen. Questo perché l'efficacia del trattamento dipende dalla quantità di energia luminosa assorbita dalla melanina, che è la sostanza che conferisce il colore scuro al pelo. Nella fase di crescita del pelo è presente molta melanina all'interno del bulbo pilifero, quindi più energia sarà assorbita, e il bulbo sarà distrutto. Un ulteriore motivo dell'efficacia del trattamento in fase Anagen è rappresentato dal fatto che il fusto del pelo è connesso al bulbo pilifero solo in questo momento del ciclo del pelo mentre ne è sconnesso nelle altre fasi. 

I vantaggi della luce pulsata rispetto ad altri trattamenti per la depilazione permanente dipendono dalla lunghezza d'onda che si adatta al contenuto di melanina del bersaglio, il pelo, e dei tessuti circostanti, permettendo così di trattare i pazienti con peli più chiari. La luce pulsata è selettivamente distribuita al follicolo pilifero senza danneggiare l'epidermide. Una volta distrutti, il pelo e il suo follicolo pilifero vengono eliminati attraverso un processo fisiologico con il risultato di una depilazione a lungo termine.

Prima di iniziare il trattamento si deve eseguire una rasatura dell’area da trattare, l’uso di un valido sistema di raffreddamento per ridurre il rischio di danni indesiderati, la scelta di parametri operativi in relazione al fototipo ed alla sede anatomica.

epilazione_volto_copia.jpgIl trattamento con luce pulsata si può eseguire solo su cute integra, non affetta cioè da patologie della pelle e non presentante escoriazioni o piccole ferite. E' opportuno che la pelle non sia abbronzata perché si potrebbero verificare ipopigmentazioni transitorie. La paziente durante la seduta avvertirà un fastidio descritto come sensazione di calore o pizzicore, che può essere diminuito con la modulazione del sistema di raffreddamento. Dopo ogni seduta è consigliabile usare una crema lenitiva ed idratante al fine di ridurre l’arrossamento transitorio che generalmente permane per tre-quattro giorni e sicuramente evitare l’esposizione a raggi UV per un paio di settimane.

I risultati sono sempre soddisfacenti sia per il medico che per il paziente. Dopo ogni seduta (4-6 intervallate ogni 30-40 giorni) generalmente viene eliminato il 20-30% dei peli presenti. I peli che rimangono avranno però una ricrescita più lenta e appariranno progressivamente sempre più sottili. L'entità dei risultati dipende comunque da numerosi fattori quali il colore dei peli stessi e della pelle nonché il numero dei peli e la loro consistenza.

In conclusione, prescindendo dal sistema e dalla lunghezza d’onda utilizzata, a tutt’oggi non si può parlare di epilazione definitiva ma è più corretto definirla EPILAZIONE PROGRESSIVA intesa come un metodo e non già come un risultato permanente.

 

logo_blur.png n-verde-small.jpgPer informazioni o consulti
info@drchirurgiaestetica.com
Seguici su:
fb.png 
aicpe.jpg sicpre.jpgassace.jpg