Eliminazione capillari e vene gambe

eliminazioni_capillari_big.jpglumenis.jpg
Il laser Neodimio Yag, che utilizza una lunghezza d'onda a 1064 nm permette il trattamento delle lesioni vascolari delle gambe. E' indicato in particolare nel trattamento di lesioni vascolari di diversa origine (telangectasie, emangiomi, eritrosi, etc..) nell'area del tronco e delle gambe, ma anche su quelle di grosse dimensioni del viso.

Il laser ND:Yag (LUMENIS®), riesce a trattare anche capillari di un certo calibro (1-3 millimetri di diametro) ed attualmente viene considerato il sistema laser che può dare i migliori risultati per le teleangectasie degli arti inferiori, sia per quelle superficiali di colore rosso ma in particolare per quelle di colore blu.

MECCANISMO DI AZIONE

L'effetto del calore concentrato sui piccoli vasi sanguigni (capillari) ne provoca la chiusura e quindi il colore roseo o rosso-blu si attenua o sparisce. Si tratta di un laser vascolare dotato di un'alta penetrazione attraverso la pelle. Il capillare viene chiuso dall'energia laser, la cute non viene assolutamente danneggiata.Per far scomparire la maggior parte dei capillari presenti sono in genere necessarie tre-quattro sedute, a distanza di quaranta giorni una dall'altra. Il laser Nd:YAG a impulso lungo è quello che ha dato i risultati migliori nel trattamento dei capillari delle gambe.

capillari_gambe_copia.jpgINDICAZIONI

Le lesioni vascolari di diversa origine (telangectasie, emangiomi, eritrosi, etc.) nell'area del tronco e delle gambe.

EFFETTI COLLATERALI

Dopo la seduta può residuare modesto e fugace rossore (eritema) sull'area trattatache in breve tempo scompare (4-6 giorni). L'eritema può essere accompagnato da gonfiore (edema) nel 50-60% dei casi. Anche questo fenomeno ha la caratteristica della fugacità. Per alleviare questi disagi sono consigliati ghiaccio e/o creme lenitive da applicare sulla zona dopo il trattamento.
Più raramente possono manifestarsi erosioni e vescicole, (15-20% dei casi). La formazioni di piccole e sottili croste lineari di colorito scuro, lungo il decorso dei vasi trattati rappresenta un evento frequente. La durata di tali lesioni secondarie è variabile (7-20 giorni).
In questi casi è consigliabile l'applicazione di medicamenti ad azione cicatrizzante e disinfettante. In alcuni rari casi e per un periodo limitato di tempo (1-2 mesi) possono residuare aree ipo e/o iper-pigmentate in corrispondenza delle zone trattate. Ancora più rara è la comparsa di piccoli coaguli in sede di applicazione . Eccezionale è la possibilità di cicatrici in sede d’intervento. In alcuni casi, dopo il trattamento è consigliabile un bendaggio elasto-compressivo.

PRESCRIZIONI PRE-TRATTAMENTO

Evitare assolutamente l'esposizione ai raggi solari e/o a lampade UVA nelle settimane precedenti al trattamento. Non assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce.

PRESCRIZIONI POST-TRATTAMENTO

Applicare una pomata antibiotica per alcuni giorni sulla superficie trattata e proseguire con creme lenitive idratanti. I filtri solari sono indispensabili prima di esporre la zona trattata ai raggi solari per evitare iperpigmentazioni. L'uso di farmaci anti-infiammatori quali acido acetilsalicilico e derivati è sconsigliabile una settimana prima e dopo il trattamento.
E' assoluto il divieto all'uso di lampade abbronzanti o all'esposizione solare almeno un mese prima e durante tutta la fase del trattamento laser. L'uso di tali schemi solari massimi (SPF 50+), deve essere proseguito dopo l'intervento con il laser per almeno tre-quattro settimane.
logo_blur.png n-verde-small.jpgPer informazioni o consulti
info@drchirurgiaestetica.com
Seguici su:
fb.png 
aicpe.jpg sicpre.jpgassace.jpg